corri!

Correre mi restituisce sempre una bella sensazione. Quasi che se non lo faccio per un po’ di tempo mi manca, quasi fosse un legame affettivo (anche se in realtà so benissimo che è anche una questione di biologia chimica). Quello che mi affascina della corsa è il senso di benessere che provo dopo la fatica che ho fatto. Di solito mi alzo preso la mattina ed esco per correre, proprio come nei telefilm americani. Non uso ipod o altro per ascoltare musica perché mi piace sentire il suono delle cose che mi circondano e quello del mio corpo: i piedi che calpestano a terra, il cuore che pulsa, l’aria che entra ed esce.

Trovo che sia un modo per dedicare tempo a se stessi: mentre i muscoli spingono i miei passi riesco a pensare ad un sacco di cose. E così elimino “tossine” dalla pelle e dalla testa. La sensazione di aver fatto esercizio fisico e di aver tenuto in allenamento il mio cuore e tutto ciò che vi è collegato rafforza il senso di benessere che poi mi accompagna per tutta la giornata.

Sento di avere nuove forze anche se in realtà potrei essere stanco. A fine corsa spesso sarei pronto a ricominciare: basta aspettare domani per correre ancora.

 

[la corsa perfetta]

foto e polpacci non sono miei; la foto di Sundero (http://www.flickr.com/photos/sundero/)